Articolo:

“Il castello spettrale e l’ovvia fine del male” al Campansi

26 gennaio 2017 – Sabato da cinema al Campansi di Siena con il sottofondo delle musiche più famose degli anni Cinquanta. E’ l’appuntamento in programma il 27 gennaio nella residenza per anziani di Asp “Città di Siena” con la proiezione della commedia musicale “Il Castello Spettrale e l’ovvia fine del male” a cura dell’Associazione Culturale Accademia di Canto Moderno di Siena di Clara Cosci (ore 16). La proiezione è dedicata agli ospiti della struttura e alle loro famiglie e aperta a tutta la città.

Si tratta del primo di tre appuntamenti pensati per coinvolgere gli ospiti del Campansi ospiti in attività di svago che faccia sentir loro parte integrante della città attraverso la collaborazione con le associazioni del territorio. In questo caso è stata coinvolta l’Associazione Auser che partecipa attivamente con Asp Città di Siena a molte iniziative: un modo per favorire l’incontro tra teatro, commedie musicali e altre forme di attività ricreative anche per chi non può più essere protagonista.

“Il Castello Spettrale e l’ovvia fine del male”, liberamente ispirato a Oscar Wilde e alle vicende della stirpe dei Canterville, è una divertentissima galleria di fantasmi, nobili decaduti, ricchi borghesi e composti maggiordomi ambientata negli anni ’50. Di quel periodo sono anche i brani che compongono la colonna sonora i cui testi italiani, interamente riscritti dalla stessa Cosci, tessono la trama narrativa dello spettacolo. I prossimi due appuntamenti sono in programma, sempre al Campansi, sabato 24 febbraio e sabato 31 marzo.